Fedeli: “Nessun accesso nei nidi e alle materne senza autocertificazione”

Non ha certo il dono della sintesi e neppure quello di essere troppo chiara nelle sue dichiarazioni. Il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, a Milano per presentare l’accordo con il Comune sulla Formazione-Lavoro, risponde ai giornalisti su molte questioni. Vi propongo quelle più  rilevanti della ampia intervista resa a margine, dopo la presentazione. In modo molto confuso infatti, il Ministro ha spiegato che ai genitori che devono iscrivere i loro bambini alla materna o al nido, non potranno accedere senza autocertificazione. Con una semplificazione ha spiegato che immaginando dei genitori che entrassero a scuola privi della documentazione necessaria, saranno invitati a recarsi alla Ats locale per avere l’appuntamento per la vaccinazione: in sostanza solo con quel documento sarà  loro consentito di far accedere i bambini nella struttura scolastica. La ministra ha parlato anche della decisione del Tar  del Lazio di sospendere la decisione del dell’Università  Statale di mettere il numero chiuso su sei facoltà umanistiche. Favorevole o no? La sua risposta è ambigua. Alla fine afferma che bisogna aumentare il numero dei laureati ma anche la loro qualità formativa. “Abbiamo investito 400 milioni di Euro”. Ecco le sue risposte

 

Sui vaccini

 

details
Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites