Maroni annuncia candidatura di Milano per Ema ma non ci crede più

Rassegnato in volto, con un tono dimesso e un linguaggio del corpo evidentemente contratto. Il Governatore della Lombardia arriva in aula e annuncia che la candidatura di Milano per Ema è confermata. “Il quadro politico, però, è  cambiato. Macron aveva detto di essere un europeista. Invece ha messo la Francia davanti a tutti.” Insomma l’asse Macron- Merkel conferma che Bratislava sia la la città che avrà  Ema scavalcando Milano. Rassegnato ci ha messo la faccia “come ha fatto Gentiloni, cui adesso passa la palla” .  Più un de profundis, che una comunicazione all’aula.

Maroni ha anche parlato a margine con i giornalisti e poi ha riferito in aula. Ed ha annunciato che chiederà al Governo la possibilità di fare un Election day per le elezioni politiche e quelle amministrative.  Maroni ha anche risposto alle polemiche sul referendum: “Strumentale sarebbe stato dimettersi prima per perorare il referendum. Arriveremo a fine legislatura”

L’intervista a margine

L’intervento di Maroni in aula 

details
Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites